Pratiche comunali (DIA, SCIA, Permesso di costruire)

Digital design offre un servizio di consulenza che vi permette di scegliere l'iter burocratico più idoneo per la realizzazione del vostro progetto o opera architettonica.

Digital design redige qualunque tipo di pratica edilizia comunale e catastale.

Digital design si occupa della redazione del computo metrico, del capitolato del piano della sicurezza e della direzione dei lavori.

Pratiche comunali

Esistono numerosi tipi di pratiche comunali che vengono scelte in base alle caratteristiche dell'opera che si intende realizzare.

Le opere più diffuse sono:

  • Manutenzione ordinaria
  • Manutenzione straordinaria
  • Restauro
  • Risanamento conservativo
  • Ristrutturazione edilizia
  • Mutamento di destinazione d'uso
  • Sostituzione edilizia
  • Nuova costruzione

A seconda del grado di complessità dell'opera da realizzare, sarà necessario scegliere la pratica edilizia idonea.

Le pratiche edilizie si distinguono per la natura e la quantità della documentazione da presentare, per i tempi di approvazione, per i costi e le tassazioni annesse.

Le pratiche edilizie più diffuse sono:

  • CILA
  • SCIA
  • DIA
  • Comunicazione per opere interne eseguite prima del 1º gennaio 2005 (art. 22)
  • Permesso di costruire
Pratiche comunali (DIA, SCIA, Permesso di costruire) - Genova

Oltre al normale iter burocratico della pratica edilizia, ulteriori complicazioni possono derivare dalla localizzazione dell'immobile su cui si interviene.

Il territorio comunale, infatti, è soggetto alla normativa del PUC (Piano Urbanistico Comunale) che suddivide il territorio in zone cosiddette omogenee.

Ogni zona viene classificata in base a determinate caratteristiche e funzioni prevalenti (residenza, industria, agricoltura) che determinano il diritto o meno ad eseguire determinate opere edilizie.

Il territorio comunale ed i singoli immobili sono inoltre soggetti a specifici vincoli imposti dalle soprintendenze o da altri organismi istituzionali.

Alle indicazioni del PUC si sovrappongono quelle del regolamento edilizio comunale, quelle del regolamento di igiene, le disposizioni della nuova legge Regionale e innumerevoli altri regolamenti in continua evoluzione.

La scelta del tipo di pratica è piuttosto difficile da parte di un non addetto ai lavori.

Intraprendere l'iter burocratico sbagliato, peraltro, può generare un aumento significativo sia dei costi che dei tempi di approvazione.

È molto importante affidarsi ad un architetto professionista per avere una consulenza preliminare dell'attuale quadro normativo ed essere indirizzati verso l'iter burocratico più rapido ed efficace.

LINK UTILI

PIANO URBANISTICO COMUNALE - Genova

http://puc.comune.genova.it/pucVigente.asp

REGOLAMENTO PER L'IGIENE DEL SUOLO E DELL'ABITATO - Genova

http://www.comune.genova.it/sites/default/files/regolamento_igiene_abitato.pdf

REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE - Genova

http://www.comune.genova.it/content/regolamento-edilizio-comunale

LEGGE REGIONALE 6 GIUGNO 2008 N 16 - "DISCIPLINA DELL'ATTIVITÀ EDILIZIA"

https://lrv.regione.liguria.it/liguriass_prod/articolo?urndoc=urn:nir:regione.liguria:legge:2008-06-06;16