Bootstrap Slider
chi siamo
Digital Design snc con sede a Genova offre servizi qualificati nel campo dell'architettura e del design
servizi
guarda i nostri servizi nel dettaglio e scopri tu stesso come usufruirne per le tue esigenze
promozioni
guarda le nostre promozioni e chiama per un preventivo gratuito

archi news

Il legno traslucido: caratteristiche e applicazioni

Legno traslucido

I ricercatori della KTH Royal Institute of Technology, hanno sviluppato un legno traslucido che, applicato in edilizia, potrebbe essere utilizzato in sostituzione del vetro delle finestre e aumentare l’efficienza delle celle solari diminuendone i costi.

L’uso del legno in architettura e la sua comprovata affidabilità come materiale da costruzione hanno spinto gli scienziati svedesi della KTH Royal Institute of Technology di Stoccolma a condurre ulteriori ricerche per arricchire le proprietà di questo versatile elemento.

Ciò che è stato ottenuto è un legno traslucido che conserva tutte le caratteristiche del materiale originale.

Il legno traslucido

Per renderlo traslucido, i ricercatori, hanno innanzitutto sottratto la lignina, una fibra naturale del legno, in questo modo il legno ha acquisito un colore bianco.

Successivamente è stato aggiunto un polimero, il PMMA, metil metacrilato prepolimerizzato, che ha consentito di modificare l’indice di rifrazione mantenendo la struttura del legno. In più, modificando il volume della cellulosa, è possibile alterare le sue proprietà ottiche, ottenendo in questo modo diversi livelli di opacità.

Le applicazioni del legno traslucido

Le potenzialità di questo materiale sono moltissime.

  • Il legno traslucido per i vetri per finestre: il legno è molto leggero e può sostituire il vetro delle finestre per renderle più resistenti, meno costose e, in base al grado di trasparenza, in grado di filtrare la luce nell’ambiente interno e allo stesso tempo preservare la privacy degli abitanti della casa.
  • Il legno traslucido per le celle solari: una delle applicazioni più originali e rivoluzionarie è quella per finestre con celle solari trasparenti. Infatti, grazie alla dispersione della luce causata dal tessuto del legno, la luce verrebbe trattenuta per molto tempo all’interno delle piastrine solari. Ciò implica una maggiore interazione tra la luce e questo materiale attivo, il cui sviluppo condurrà verso una migliore efficienza delle celle solari.

Gran parte degli sforzi degli scienziati si sta concentrando, quindi, sulla realizzazione di piastrine solari prodotte in legno trasparente, poiché, tali studi, potrebbero comportare una sostanziale diminuzione dei costi delle celle solari, consentendo, finalmente, di concorrere con i prezzi dei tradizionali metodi di generazione di energia e di ridurre il consumo di energia nel settore dell'edilizia.

Il team di ricerca svedese sta ora lavorando per sperimentare diversi tipi di legno, soprattutto quelli provenienti da fonti rinnovabili, e si stanno assicurando che i costi di produzione siano il più possibile accessibili.

Noi non vediamo l’ora di conoscere gli ulteriori sviluppi e le nuove applicazioni di questo legno innovativo.